La mattina la sveglia suona alle 5:45 e alle 6:15, dopo aver guardato le performance del sito 😃, esco a correre.

Temperatura 2°C, percepita… che ve lo doco a fare? Più di uno mi ha chiesto “ma come fai”? Intanto conta la volontà. Voglio correre. Poi, visto che non ho tempo in altri orari, la sera torno a casa vicino all’ora di cena e di andare a quell’ora lì non ho molta voglia, vado a letto presto la sera per potermi permettere comunque 8 ore di sonno e svegliarmi presto.

In questo periodo dell’anno è buio pesto, l’alba stamani era alle 7:58, e allora servono anche accessori. Non mi piace la lampada frontale, quindi ne ho comprata una da petto. Ha anche una luce rossa sulla schiena, così anche chi mi arriva da dietro ho modo di vedermi.

Quello sotto è il fiato che si condensa

Poi c’è da coprire la testa con un buff ed un cappello e le mani con dei guanti. Ho anche dei pantaloni da corsa invernali, ma a volte, se non faccio in tempo a lavarli per il giorno dopo, uso anche una calzamaglia termica da mettere sotto pantaloni più leggeri. Porto una maglia termica sotto la maglia tecnica a maniche lunghe. Se piove, perché se non piove forte correre sotto la pioggia è un piacere, indosso anche una giacca impermeabile che ha il solo difetto di non avere tasche.

Comunque correre la mattina presto dà un sacco di vantaggi, soprattutto se si corre per strada. Per esempio non ci sono praticamente macchine in giro, la temperatura invernale ti sveglia in modo definitivo e spesso si incontrano animali che di giorno non si vedono mai 😀.