Poiché le autorità sanitarie sembrano contenere la diffusione di COVID-19, ogni giorno viene chiesto a sempre più persone di auto-mettere in quarantena o autoisolarsi. E se sei un genitore o custode di genitori anziani, potresti sentirti sopraffatto al solo pensiero di queste misure. Le immagini che abbiamo di questa situazione sono molto spaventose, ma la realtà è fortunatamente molto meno terrificante. Ecco cosa devi sapere se tu o qualcuno che conosci è in stato di auto-quarantena.

Qual è la differenza tra quarantena e isolamento?

Secondo le Autorità Sanitarie, le quarantene hanno lo scopo di limitare il movimento delle persone che potrebbero essere state esposte a una malattia contagiosa per vedere se si ammalano. Questi individui sono asintomatici ma hanno avuto contatti con persone che hanno vissuto con un focolaio attivo del virus o hanno avuto uno stretto contatto con un caso confermato di laboratorio di COVID-19. L’auto-quarantena consente ai funzionari sanitari di monitorare da vicino l’eventuale sviluppo dei sintomi, impedendo nel contempo un’ulteriore trasmissione del virus. A coloro a cui viene chiesto di auto-mettersi in quarantena verrà detto di rimanere a casa ed evitare il contatto con gli altri per 14 giorni. 

L’isolamento, nel frattempo, si riferisce alla separazione di coloro che sono già malati dal resto della popolazione. L’autoisolamento offre agli individui l’opportunità di riprendersi dal virus senza diffonderlo ad altri. I pazienti che sono risultati positivi per COVID-19 devono autoisolarsi fino a quando:

  • Non hai avuto la febbre per almeno 72 ore (ovvero tre giorni interi senza febbre senza l’uso di medicinali che riducono la febbre) 
    E
  • altri sintomi sono migliorati (ad esempio, quando sono migliorati la tosse o la mancanza di respiro) 
    E
  • sono trascorsi almeno 7 giorni dalla prima scomparsa dei sintomi

La decisione di interrompere l’isolamento domiciliare dovrebbe essere lasciata agli operatori sanitari e alle autorità sanitarie locali.

In che modo si differenziano dal distanziamento sociale?

Date le preoccupazioni sulla diffusione di COVID-19, si devono evitare in modo proattivo i luoghi pubblici anche se non siamo malati. Questo è ciò che le Autorità Sanitarie definiscono “distanziamento sociale” o atto di evitare luoghi o situazioni in cui possono verificarsi stretti contatti con gli altri. A differenza di quelli che si sono auto-messi in quarantena o auto-isolati, questi individui non sono stati esposti al virus e stanno semplicemente tentando di ridurre il rischio di infezione.

Cosa devo fare se mi è stato detto di auto-quarantena o autoisolamento?

Mentre può essere spaventoso sentirsi dire auto-quarantena o autoisolato, è importante tenere presente che la stragrande maggioranza delle persone che hanno contratto il COVID-19 finora hanno avuto sintomi lievi simili al comune raffreddore o influenza, e hanno recuperato completamente. Detto questo, il virus può essere fatale per coloro che sono considerati ad alto rischio. Ecco perché è molto importante prendere le misure necessarie per impedire la diffusione del virus. Ecco come puoi proteggere te stesso e gli altri durante la quarantena o l’isolamento: 

  • Stare a casa

Limita la tua attività fuori casa alle cure mediche e possibilmente non andare al lavoro. Dovresti anche evitare i mezzi pubblici, la condivisione dei viaggi ed i taxi. Se hai bisogno di generi alimentari, prova a utilizzare un pasto o un servizio di consegna di generi alimentari in cui il cibo può essere lasciato fuori dalla porta. 

  • Separati

Le Autorità Sanitarie raccomandano di rimanere il più possibile in una stanza se vivi con coinquilini o familiari. Dovresti anche usare un bagno separato, se possibile. 

  • Indossare una maschera

Se sei malato e devi stare con altre persone, è importante indossare una maschera quando sei con loro per prevenire la diffusione del virus. Ricorda di indossare anche una maschera se devi incontrare il tuo medico. Purtroppo anche i medici di famiglia sono sprovvisti delle mascherine di protezione. Se non ne hai una, devi a tutti i costi evitare di stare a contatto degli altri, anche se sono tuoi familiari.

  • Stai lontano dagli animali domestici

Sebbene non vi siano state segnalazioni confermate di animali domestici che trasmettono COVID-19 agli esseri umani, si raccomanda comunque che le persone malate con COVID-19 limitino il contatto con gli animali fino a quando non saranno note ulteriori informazioni sul virus. Se devi prenderti cura di un animale domestico mentre sei malato, assicurati di indossare una maschera e lavarti le mani prima e dopo aver interagito con l’animale. 

  • Non condividere oggetti personali

Per evitare la diffusione di germi, non condividere piatti, utensili, asciugamani o altri oggetti personali con altre persone della casa. Dopo aver usato questi articoli, devono essere lavati accuratamente con acqua e sapone. 

  • Lavati le mani

Lavati spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi e, se non sono disponibili acqua e sapone, usa un disinfettante per le mani a base di alcool.

  • Pulire e disinfettare le superfici frequentemente

Pulisci le superfici “high-touch” come controsoffitti, maniglie delle porte, servizi igienici, telefoni e tastiere, usando detergenti e salviette per la casa. 

  • Fai esercizio

Rimanere attivi ti manterrà in buona salute mentale e fisica durante la quarantena.L’esercizio fisico può aiutare a ridurre i livelli elevati di cortisolo, oltre a innescare il rilascio di endorfine, aumentando l’umore e la felicità generale. Se ti senti abbastanza bene e non hai sintomi attivi, prova ad un allenamento a casa per evitare il contatto fisico con gli altri. Anche salire qualche rampa di scale o organizzare una festa da ballo in camera può essere utile.

  • Resta in contatto con amici e familiari

La ricerca mostra che il tempo di qualità con le persone a cui tieni può aumentare il tuo livello di felicità. Se sei in quarantena, prova a connetterti ancora con i tuoi amici e familiari tramite chat video o telefonate. 

  • Monitora i tuoi sintomi

Se riscontri che i sintomi peggiorano, contatta il tuo medico o contatta il 118 (o il 112, se nella tua zona è attivo il numero unico delle emergenze). Evita di recarti presso lo studio del tuo medico o un’altra struttura sanitaria come il pronto soccorso se non indicato dal proprio dal tuo medico o dal 112/118. In caso di emergenza medica, chiamare il 112/118.

Anche se non si verificano sintomi COVID-19, è importante seguire queste misure per l’intero periodo di quarantena o isolamento. Se non si è sicuri se interrompere l’isolamento, contattare il proprio medico.

Versione originale su one medical.