Questo articolo in originale è stato pubblicato su Runner’s World il 4 aprile. Alcune parti dell’articolo in aperta contraddizione con le regole italiane non sono state tradotte.

.

Risposte alle domande più frequenti man mano che il virus continua a diffondersi.

Mentre la pandemia di coronavirus continua a diffondersi, causando il rinvio e la cancellazione di corse programmate per questo periodo, e molti altri eventi di grandi dimensioni vengo posticipati, potresti chiederti cosa dovresti fare per la tua salute personale e come ciò possa influenzare il tuo allenamento.

Abbiamo parlato con David Nieman, Dr.PH. , professore di salute presso la Appalachian State University e direttore del Human Performance Lab presso il North Carolina Research Campus, Brian Labus, Ph.D., MPH , assistente alla School of Public Health presso l’Università del Nevada di Las Vegas e Matt Ferrari Ph.D. , professore associato di biologia presso l’Eberly College of Science e ricercatore presso il Center for Infectious Disease Dynamics presso Penn State per aiutare a rispondere alle domande più frequenti dei corridori.


È sicuro correre fuori?

Sì, purché tu sia solo. Quando le persone si riuniscono insieme e qualcuno starnutisce o tossisce, le goccioline arrivano agli oggetti che le persone toccano o che hanno intorno e poi le persone possono toccare il loro viso, spiega Nieman. Il miglior piano per correre in questo momento è uscire per una corsa solitaria e godersi la vita all’aria aperta, in aree non affollate. Prova a programmare la tua corsa quando sai che i percorsi sono meno affollati.

Inoltre, le persone potrebbero avere paura di correre nelle giornate più fredde per paura della malattia, ma non è vero; non ci sono dati che ti dicano che ci sono maggiori probabilità di ammalarsi di un qualsiasi agente patogeno respiratorio quando corri con il tempo freddo, dice Nieman.

Avere 30 o 60 minuti di attività da moderata a vivace può aiutare il sistema immunitario a tenere a bada i virus. Assicurati di sapere cosa sta succedendo nella tua zona e se ci sono restrizioni o auto-quarantene obbligatorie. E, se sei malato o a rischio di diffusione del virus, non dovresti uscire: la preoccupazione maggiore è diffonderlo a coloro che sono ad alto rischio, come gli anziani o gli immunocompromessi.

Durante un’auto-quarantena, Nieman suggerisce di fare un po’ di esercizio fisico rimanendo in isolamento per mantenersi in salute: fare esercizi a corpo libero o correre su un tapis roulant a casa sono ottimi modi per farlo. A meno che tu non sia malato.

Dovrei indossare una maschera quando corro da solo?

Le linee guida del CDC sono state recentemente aggiornate per raccomandare di “indossare rivestimenti facciali di stoffa in ambienti pubblici dove altre misure di allontanamento sociale sono difficili da mantenere (ad esempio negozi di alimentari e farmacie) per aiutare a ridurre la diffusione del virus tra le persone che interagiscono nelle immediate vicinanze.” (Le linee guida si stanno evolvendo rapidamente.) Prima di quegli aggiornamenti, alcuni governi statali, come quelli in California e in Pennsylvania , hanno iniziato a suggerire che tutti indossino le mascherine di stoffa quando escono in pubblico per attività essenziali al fine di prevenire la diffusione di quelli asintomatici la malattia.

“Davvero, ciò che questi annunci dovrebbero significare per gli atleti e per tutti è che la situazione in cui ci troviamo è molto grave. E che tutti dobbiamo considerare le conseguenze delle nostre azioni individuali sulla comunità che ci circonda”, afferma Ferrari.

Ad esempio, le linee guida della Pennsylvania affermano che le maschere “non dovrebbero essere indossate umide o bagnate da sputi o muco”, e in una conferenza stampa del 3 aprile, Rachel Levine, segretaria alla salute della Pennsylvania, ha suggerito che i rivestimenti in tessuto possono non essere necessari quando si è fuori per l’esercizio da soli e ti troverai in un posto in cui non incontrerai nessun altro. Non c’è alcun vantaggio nell’indossare una copertura per il viso se non si sta per essere vicini alle persone, spiega Ferrari.

“Ed è quello che dovremmo lottare per mantenere grandi distanze”, afferma Ferrari. “I rivestimenti per il viso fanno due cose possibili: contengono diffusione dai malati e impediscono l’inalazione nei sani. Si discute del grado di protezione di queste cose, ma una cosa non lo è: sono davvero efficaci solo se usate correttamente. E la maggior parte delle persone non è addestrata a usare correttamente le maschere. Anche indossarle e toglierle in maniera errata può essere rischioso e aumentare l’esposizione dalle persone e del loro apparato respiratorio.”

Indossare un buff o un’altra copertura per il viso che traspira l’umidità durante la corsa e mantenere almeno una distanza di sei piedi (circa 1,80 m) dagli altri può aiutare a ridurre la quantità di goccioline che si diffondono verso gli altri a causa della respirazione pesante se ti trovi in un’area in cui potresti incontrare altri, dice Nieman.

“Lo scopo della maschera non è proteggerti, ma proteggere le altre persone da te”, dice Labus. “Se questo è l’obiettivo, uscire da soli ed evitare del tutto le altre persone è la cosa migliore che puoi fare.”

Ciò significa evitare aree affollate, anche se arrivi al tuo percorso usuale e ci sono altre persone lì, dovresti trovare un posto diverso dove andare per la sicurezza di tutti.

“Questo virus è altamente contagioso e trasmissibile e sembra che non possiamo stare troppo attenti”, afferma Nieman.

Tuttavia, indossare un rivestimento di stoffa per il viso non sostituisce il lavaggio delle mani, l’allontanamento fisico o il rimanere a casa in caso di malattia. L’OMS ha fornito più informazioni su come usare correttamente le maschere.

Devo evitare di correre in gruppo?

Sì, anche se l’esposizione ai malati che corrono all’esterno dovrebbe essere minima, poiché qualcuno che ha la febbre e la tosse non dovrebbe essere andato a correre, dice Labus. A partire dal 15 marzo, il CDC raccomanda che per le successive 8 settimane, gli eventi che prevedono la presenza di almeno 50 persone siano cancellati o rinviati. E, le Linee guida del Coronavirus del Presidente degli Stati Uniti d’America suggeriscono che le persone evitino incontri sociali di oltre 10 persone per rallentare la diffusione.

Se ti trovi su un percorso affollato, dovresti proteggere te stesso e quelli intorno a te allargandoti e mantenendo la distanza di almeno sei piedi di distanza dagli altri corridori (la raccomandazione per un distanziamento sociale sicuro) ed evitando inutili tocchi di mano. E, naturalmente, non dimenticare di lavarti le mani quando torni.

Devo evitare di toccare i pulsanti degli attraversamenti pedonali?

Sebbene possa essere possibile che una persona possa ottenere COVID-19 toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus e quindi toccando la propria bocca, il naso o forse i loro occhi, questo non è considerato il modo principale in cui il virus si diffonde, secondo il CDC .Tuttavia, potrebbe esserci un problema se qualcuno tossisce nella sua mano immediatamente prima di toccare un pulsante del traffico e quindi si tocca il pulsante del traffico dopo di loro, spiega Nieman. In generale, il CDC raccomanda di evitare superfici che possono essere state toccate frequentemente, come ascensori e porte, quindi se è possibile evitare di toccare anche i pulsanti degli attraversamenti pedonali. Se devi toccare il pulsante dell’attraversamento pedonale, non toccarti il viso dopo. Anche meglio? Usa un guanto (quindi evita di toccarti il viso), la manica della maglia o il gomito.

Il coronavirus può diffondersi attraverso il sudore?

Secondo il CDC , la trasmissione del coronavirus avviene tra persone che sono in stretto contatto tra loro (circa sei piedi) e attraverso goccioline respiratorie, prodotte attraverso una tosse o uno starnuto, non il sudore.

Sono contagioso se non ho sintomi?

Probabilmente sei contagioso prima di iniziare a mostrare i sintomi, ma non sappiamo per quale periodo di tempo e non sappiamo quanto contagioso. Questa è una cosa che non comprendiamo ancora del coronavirus. Ha senso che sarai più contagioso quando tossirai, ma non capiamo ancora completamente la trasmissione, dice Labus.

Il distanziamento sociale è la risposta in questo momento, dice Nieman. Gli esperti stanno ancora cercando di capire per quanto tempo il virus vive sugli oggetti, e il problema è che sembra altamente contagioso, si diffonde facilmente tossendo e starnutendo e può essere diffuso da persone che non pensano di essere malate. Ecco perché lavarsi le mani, mantenere almeno sei piedi di distanza dagli altri e non toccarsi il viso sono così importanti per proteggere tutti.

Il mio sistema immunitario è più debole dopo la maratona o dopo un duro allenamento?

Quando esaurisci i tuoi depositi di glicogeno, il tuo sistema immunitario non funziona come al solito. Ciò significa che nelle ore successive a una mezza maratona o a una maratona, se sei stato esposto a qualcuno che è stato malato di influenza o coronavirus, le difese del tuo corpo sono in calo, dice Neiman. Inoltre, lo stress mentale o fisico, causato dalla corsa di una maratona o di un allenamento molto intenso, potrebbe aumentare leggermente le possibilità di ammalarsi, spiega Labus.

“Vorrei mettere in guardia i corridori per evitare di fare corse lunghe e intense in questo momento fino a quando non riusciremo a superare tutto questo e solo per mantenere le cose sotto controllo”, afferma Nieman. “Non esagerare. Preoccupati più della salute che del fitness. “

Tuttavia, ciò non significa che devi smettere di correre o allenarti del tutto.Vi è in primo luogo una connessione molto forte tra l’esercizio fisico regolare e un forte sistema immunitario, quindi i benefici del sistema immunitario a lungo termine della corsa superano di gran lunga qualsiasi preoccupazione a breve termine, afferma Labus.

Quanto è pericolo sputare durante la corsa?

Diffondere COVID-19 tramite lo sputo è possibile, secondo Amy Treakle, MD , uno specialista in malattie infettive del Policlinico di Seattle. “COVID-19 si diffonde attraverso le goccioline respiratorie quando una persona tossisce o starnutisce e può verificarsi una trasmissione quando queste goccioline entrano nella bocca, nel naso o negli occhi delle persone che si trovano nelle vicinanze. Lo sputo contiene saliva ma potrebbe contenere anche espettorato dai polmoni o drenaggio dalla rinofaringe posteriore”, afferma.

Treakle dice che sparare muco dal naso non è meglio. “Avendo assistito e partecipato a gare, penso che sia opportuno notare che questo è vero anche per le secrezioni nasali”.

La diffusione delle particelle a circa sei piedi (attuali raccomandazioni di distanza sociale sicura) si basa su persone in piedi una accanto all’altra e non su movimenti veloci o forti correnti d’aria. Quelli potrebbero aumentare o diminuire quella distanza. In uno scenario in cui qualcuno si imbatte in uno starnuto o in una tosse, ciò presenterà ovviamente un rischio maggiore, afferma Labus. Ecco perché è importante rimanere a casa se ti senti male o sei stato esposto a qualcuno che è malato, al fine di mitigare il rischio di diffondere il virus ad altri.

Quanto tempo può vivere COVID-19 sui vestiti?

Gli esperti non conoscono ancora il rischio di trasmettere il virus da superfici come l’abbigliamento, afferma Treakle. Ma l’Organizzazione mondiale della sanità riferisce che i coronavirus possono rimanere sulle superfici da alcune ore fino a diversi giorni. Se i tuoi vestiti vengono colpiti dallo sputo, evita di toccare la zona e cambia i vestiti il prima possibile, lavandoti le mani in seguito. Per disinfettare gli indumenti, lavarli in acqua calda e utilizzare l’impostazione alta dell’asciugatrice.