La maratona, in programma il 27 settembre, è uno dei primi grandi eventi sportivi autunnali che perdiamo.

La maratona di Berlino ha annunciato che ha annullato la sua gara prevista per la fine di settembre, dopo che il governo tedesco ha dichiarato che avrebbe vietato tutti gli eventi di oltre 5.000 persone fino al 24 ottobre.

In un post su Instagram, i funzionari di gara hanno dichiarato di essere stati costretti a prendere la decisione dopo aver appreso delle azioni del governo tedesco.

“Abbiamo appreso dalla conferenza stampa del Senato di Berlino del 21 aprile 2020, che tutti gli eventi con più di 5.000 persone saranno vietati fino al 24 ottobre 2020. Sfortunatamente, questo vale anche per la BMW BERLIN-MARATHON, che non può quindi svolgersi il 27 settembre 2020, come previsto. Ora ci occuperemo delle conseguenze, coordineremo le ulteriori fasi e ti informeremo il prima possibile. Rimaniamo forti insieme”.

Le mosse del governo tedesco, che è stato ampiamente elogiato per la gestione della crisi Covid-19, e la Maratona di Berlino potrebbero avere effetti significativi sugli eventi sportivi in autunno. Molti eventi sportivi, tra cui importanti tornei di tennis e golf e altre gare internazionali su strada, sono già stati riprogrammati per l’autunno, nella speranza che i pericoli della diffusione del nuovo coronavirus saranno mitigati per allora.

Le squadre di calcio tedesche hanno iniziato ad allenarsi, ma le squadre giocheranno per il resto della stagione senza fan e l’amministratore delegato della lega ha detto all’inizio del mese che si aspettava che le partite si svolgessero senza tifosi entro la fine dell’anno.

La cancelliera Angela Merkel, ha detto lunedì che i tedeschi non dovrebbero dimenticare che “siamo ancora all’inizio della pandemia e che siamo ben lontani dall’averla sconfitta”. La signora Merkel ha affermato che il Paese deve procedere “in modo incrementale, lento, attento”.

La domanda ora, tuttavia, è se l’azione della Germania, che ha avuto più test e un tasso di mortalità per malattia più basso rispetto ad altri grandi paesi, porterà altri paesi ad annullare eventi che ora sono previsti in autunno, in particolare quelli in Europa. Gli Open di Francia, ad esempio, sono stati riprogrammati per fine settembre da fine maggio e inizio giugno.

La Germania ha perseguito una strategia di test precoci e diffusi. Aveva anche un gran numero di letti di terapia intensiva, che ha aiutato a mantenere il suo tasso di mortalità relativamente basso. A partire da mercoledì, secondo il Centro risorse Johns Hopkins Coronavirus, la Germania aveva riportato 147.593 casi ma meno di 5.000 morti.