Come sa chi segue questo blog da un po’ di tempo, dovrei, il condizionale è d’obbligo in questo momento, partecipare alla maratona di New York 2020, grazie al pettorale che mai è stato fornito dalla charity Shoe4Africa. Il presidente di Shoe4Africa, manda periodicamente una mail a tutti noi per farci sapere come stanno andando le cose per il progetto di costruzione dell’ospedale pediatrico in Kenia. Questa è la comunicazione di questa settimana.

Ciao squadra

Spero che questo messaggio vi trovi bene. In Kenya, con tutte le misure di sicurezza, abbiamo lavorato duramente ai nostri programmi di sicurezza alimentare e siamo arrivato all’avocado. Quando abbiamo iniziato a pianificare la costruzione del primo ospedale, mi chiedevo perché i bambini guariti in un ospedale privato fossero trattati molto più velocemente dei bambini in un ospedale pubblico? C’era un’attrezzatura superiore?

Poi ho scoperto che il motivo principale della mortalità infantile è la nutrizione o peggio la sua mancanza. 50%: ecco quanto è grande la differenza tra le due situazioni. Quindi abbiamo iniziato con gli avocado che forniscono grassi sani. Questo aiuta davvero con i bambini che soffrono di ustioni. L’anno scorso a maggio, oltre il 70% dei bambini ammessi ha sofferto di malnutrizione. Quindi la loro guarigione ha richiesto molto più tempo.

L’immagine di questa settimana è quella del gruppo femminile di Shoe4Africa che pianta colture. Ho guardato tutte le foto e non riesco a scusarmi per la qualità delle mie foto, però potete vedere che anche i bambini della scuola ottengono gli avocado.

Project shot in Iten, Kenia for Shoe 4 Africa with Toby Tanser

Nel 2021 ci piacerebbe avere un allevamento di polli. 5000 pulcini per fornire uova e carne. Considerando che l’ospedale (senza contare le scuole in cui mangiamo 1600 bambini al giorno) fa 560 pasti tre volte al giorno, questo potrebbe essere un modo per rendere il luogo più sostenibile e aggiungere nutrimento a una dieta che so necessitare di miglioramenti.

Un messaggio degli organizzatori della gara del NYRR è stato inviato questa mattina affermando che, al momento, la gara è ancora attiva e stanno lavorando con il governo locale e le agenzie (ovviamente). Vi terremo aggiornati delle eventuali modifiche ….. e per favore, per favore, scrivetemi in qualsiasi momento con qualsiasi domanda che potreste avere.

Argomento di allenamento di questa settimana – Mental !!

Ci vuole volontà mentale per allenarsi in questo momento difficile, in quanto ci vuole potere mentale per completare una maratona. Bingo; ti stai allenando! Ma scherzi a parte quando Henry Ford ha detto la famosa citazione, “se pensi di poterlo fare o pensi di non poterlo fare, hai ragione”, avrebbe potuto parlare dell’allenamento della maratona. La più grande differenza tra una maratona e una mezza maratona sono le onde mentali. Le onde arrivano quando il glicogeno si esaurisce … questo in genere accade tra le miglia 29° ed il 35° km. Qui saprai se potrai finire, oppure se crederai di no. Il glicogeno è la ragione perché non è solo il carburante per le gambe esaurite, ma anche il carburante per il cervello. Anche se questo è il motivo per cui la nutrizione è molto importante nella maratona, è altrettanto importante ricordare che conoscere questo fatto ti aiuterà a correre attraverso le onde difficili. Ma ricorda, le onde passano.

Uno dei modi in cui aiuto le persone a prepararsi per una maratona è ricordare loro il milione di persone che hanno completato una maratona nel passato. Se loro ci sono riusciti, perché non tu? Se hanno sofferto, lo farai sicuramente anche tu? La gioia della maratona è il fatto che hai battuto questa straordinaria distanza. Raramente ottieni quella sensazione, a meno che tu non sia un principiante, dopo corse più brevi con lo stesso effetto. Poi dico anche loro di prendere tutto nelle dimensioni di un morso. Quindi quando mi sento stremato al chilometro 34 bisogna solo dirsi che continueremo ad andare fino al chilometro 35 e poi rivaluterò il da farsi … e (a causa delle onde) ti sentirai meglio arrivato al 35. Questo è vero non solo a causa delle onde (fidati di me ) ma anche perché oggi userai il pensiero positivo, ora ho un chilometro in meno da correre. Non stare mai sulla linea di partenza e dire, wow ho 42 chilometri da fare .. ditti solo che sei lì per fare del tuo meglio. Sei lì perché stare a letto non era un’opzione. Solo quando passi il chilometro 21 inizi a pensare a quanti chilometri ci sono ancora da percorrere ma ne hai già fatti di più di quelli che mancano…

La preparazione mentale per la maratona si basa molto sull’aspettarsi ed essere consapevoli dei dolori che possono derivare da questa gara. Quindi lavora sugli aspetti positivi ogni settimana. Non è che ho perso una corsa questa settimana, è che ho realizzato tre giorni di corsa questa settimana. Non è che ho mangiato tutta la cheesecake ieri sera, è che la settimana precedente ho avuto cinque giorni di cibo sano che mi aiuteranno a correre.

E adotta un mantra. Quando una donna keniota ha perso sua sorella la settimana prima di una gara, gli organizzatori hanno pensato che avrebbe annullato. Invece, lei ha corso cantando il nome di sua sorella. Questo le ha dato la forza. Ho visto i corridori scrivere slogan ispiratori, come “Voglio farlo” sulle loro casacche o sulle loro mani, in modo che possano dare un’occhiata alle parole ogni volta che si sentono difficili …

Sorridi anche tu! Gli scienziati hanno scoperto che corri più economicamente e usi meno ossigeno quando lo fai. Credo che stia aiutando di nuovo la tua mentalità positiva … i bigwigs della Nike hanno detto a Eliud Kipchoge di sorridere quando stava cercando di correre la maratona in meno di 2 ore. Questo ha portato il mondo a credere che lui sorrida quando corre le sue maratone, ma in effetti è invece un sorriso di sforzo concertato, progettato per farlo funzionare meglio.

La corsa mentale dovrebbe essere praticata mentre si cancellano altri aspetti della vita. Puoi metterti alla prova, come posso migliorare un allenamento? Sarai sorpreso dalle tue stesse risposte!

Quindi, in breve, la preparazione mentale per una maratona consiste molto nell’immaginare come affrontare una dura esperienza per trascorrere una giornata gloriosa. Proprio come oggi, combattiamo un momento difficile per un futuro migliore.