La maggior parte dei corridori partecipa a eventi che si svolgono prevalentemente su strada e, sebbene questo sia ottimo per i tempi veloci, si tratta solo di una tra tutte le superfici, quindi anche se ti stai allenando per una gara su strada è comunque consigliabile variare il terreno che tu corri.

Puoi proteggere le tue articolazioni da superfici dure godendoti la corsa fuoristrada e allo stesso tempo goditi lo scenario attraverso boschi, oltre brughiere, lungo sentieri costieri ecc. Uno dei vantaggi della corsa è fuggire dallo stress quotidiano ma correre su strade trafficate può essere stressante in sé, quindi è molto meglio allontanarsi dalla folla e uscire allo scoperto. Tuttavia, dovresti sempre correre con qualcun altro in luoghi solitari e remoti, oltre a trasportare un telefono cellulare e un documento di identità.

Quindi quali scelte hai?

Erba

Se ti è permesso correre intorno al perimetro del campo da golf locale, questo è un posto ideale per fare quelle corse che richiedono di fare sforzi al loro interno, ad esempio 10 X 60 secondi veloci. Correre intorno al campo da golf e alternare 1 minuto duro con 1 minuto facile è molto meglio che provare a farlo su marciapiedi e magari dover attraversare strade quando sei nel mezzo di uno sforzo di 60 secondi. In alternativa puoi trovare un parco locale o alcuni campi da calcio per questa sessione. La superficie dell’erba rende i tuoi muscoli più duri ma, se ti trovi su un campo da golf o in un parco ben curati, ciò significa che puoi mantenere un buon ritmo durante la corsa.

Sentieri

In Italia siamo benedetti con migliaia di chilometri di piste perfette per la corsa. Nelle periferie delle nostre città ci sono ponti su fiumi, canali e sulle linea ferrovie che sono in disuso e possono essere trasformate in piste perfette per noi corridori. Ci sono anche molte foreste che sono gestite dalle Regioni e parchi naturali protetti e percorsi lungo la costa che vanno bene per lo stesso scopo.

Ci sono davvero tanti luoghi che possono essere luoghi perfetti per le nostre corse.

Piste sintetiche

La maggior parte delle aree popolate ha una pista sintetica locale ed è spesso la sede del club di atletica locale. Alcuni sono di proprietà e gestiti dall’autorità locale. Di solito sono sempre aperti e offrono la possibilità di accesso, a volte gratuito, a volte in cambio del prezzo di un biglietto. Altri sono di proprietà del club di atletica locale e sono aperti nelle serate di allenamento del club. Di solito consentono una serata di prova gratuita, ma dovresti prendere in considerazione l’adesione al club per utilizzare la pista su base regolare. Questa superficie è ottima per una sessione con brevi sforzi in quanto è utile per monitorare i tuoi progressi. Puoi misurare la distanza esatta percorsa per ogni sforzo in un determinato periodo tempo. L’altro vantaggio è che troverai compagnia anche su questa superficie,

Sabbia

Un’opportunità per perdere le scarpe e correre a piedi nudi! Tuttavia, tieni presente che dovresti arrivare a questa possibilità molto gradualmente. Se esci per una corsa senza scarpe dopo essere stato abituato a indossarle, il giorno successivo potresti svegliarti con tendini doloranti, anzi, molto doloranti. Avvicinandoti al suolo, aumenterai la tensione sul tuo achille ogni volta che tocchi il suolo. Una prima corsa sensata senza scarpe dovrebbe essere di 5-10 minuti e si può poi aumentare di 5 minuti in più ogni volta. Tuttavia, puoi comunque goderti la spiaggia con le scarpe e così anche la tua quantità di corsa normale. La spiaggia offre molte opzioni: sabbia dura, sabbia soffice, dune di sabbia. Le dune di sabbia sono un ottimo posto per fare i tuoi sforzi in collina, anche se potresti voler ridurre il tempo in quanto, non solo stai costruendo la resistenza della forza correndo in salita ma anche affondando nella sabbia soffice.La sabbia dura e compatta sarebbe un ottimo posto per fare il tuo lavoro di velocità ma attenzione alla schiena d’asino. L’inclinazione della superficie verso il mare può causare uno stress non uniforme sul corpo. È necessario alternare la direzione di ogni corsa all’interno della sessione.