Prima di ogni altra cosa, vorremmo chiarire cosa significa “correre” nel contesto di questo articolo.

Questo elenco curato è rilevante solo per la corsa su strada; se corri su tapis roulant, questo non è l’articolo giusto. Se sei un corridore su pista o un trail runner, questa guida non si applica a te.

Le persone iniziano a correre su strada per una serie di motivi. A volte, la circolazione su strada in determinate condizioni esterne come un clima inadeguato (freddo o caldo estremo) o la mancanza di infrastrutture potrebbe non essere possibile questo tipo di corsa. Quindi, una volta che una persona si trasferisce in un’area con più condizioni favorevoli, può iniziare a correre su strada.

Alcuni principianti decidono di correre su strada per integrare la loro attività atletica preferita come andare in bicicletta o nuotare.

Nella stragrande maggioranza dei casi, mantenersi in forma è una forte motivazione per iniziare a correre.

Fin qui tutto bene. La corsa su strada è un dono; non richiede un abbonamento in palestra costoso o attrezzature fantasiose. Tutto ciò che serve è un po’ di abbigliamento e un paio di scarpe da corsa affidabili.

È qui che le cose diventaNo un po’ complicatE. Senza una storia di calzature che ti guidi, il compito di acquistare il tuo primo paio di scarpe da corsa può sembrare scoraggiante.

Alcune persone acquistano una scarpa da corsa super costosa, pensando che un prezzo più elevato equivale a un prodotto migliore.

Non farlo.

Una volta superata la barriera del prezzo al dettaglio di 100 €, le scarpe da corsa sono più o meno le stesse in termini di prestazioni quotidiane. Invece di procurarti il ​​prodotto più costoso, dovresti trovare una scarpa che funga da buon punto di partenza.

La tua prima scarpa da corsa su strada dovrebbe essere valida prima di tutto per trovare la via di mezzo e poi da lì costruire Il futuro su quell’esperienza fondamentale.

Il tuo gusto per le scarpe si evolverà una volta che avrai corso per alcune centinaia di chilometri. La resistenza e la distanza miglioreranno con il tempo, così come la rotazione delle scarpe.

Con il passare del tempo, scoprirai se hai bisogno di una scarpa più morbida o più solida, più leggera o più pesante, più avvolgente o più flessibile, e altre cose, come la tua preferenza per i talloni.

Questo elenco ti può aiutare a trovare quella via di mezzo delle scarpe. Potrebbe non piacerti il ​​100% di ciò che offre la scarpa, ma fornirà un senso più chiaro di ciò che più (o meno) preferisci nella tua scarpa futura, inclusa la qualità della tomaia.

Quindi quali sono i criteri di solereview per la selezione qui?

Prezzo:  abbiamo scelto solo modelli con un prezzo consigliato (prezzo al dettaglio completo) di 120 € o meno. Tuttavia, il prezzo finale dipenderà da dove vivi.

Categoria:  questo elenco contiene solo scarpe neutre di supporto. Questo ti aiuterà anche a decidere se in seguito hai bisogno di una scarpa con una qualche protezione.

Offset del tallone:  il cosiddetto “drop” è la differenza di altezza tra la parte più spessa del tallone e l’avampiede. Le scarpe suggerite hanno un offset di 8-12 mm; non abbiamo incluso modelli con drop inferiore perché possono causare indolenzimento iniziale.

Ammortizzazione:  nessuno di questi modelli è eccessivamente morbido o duro. Ciò ti consentirà di valutare il livello di comfort desiderato e di utilizzare tali insegnamenti per il tuo prossimo acquisto.

Accessibilità e distribuzione:  la maggior parte dei negozi specializzati avrà almeno uno dei cinque modelli elencati di seguito. Ecco perché siamo rimasti fedeli a marchi famosi e non a quelli esoterici.

È anche perfettamente OK ottenere la versione precedente se riesci a trovare un affare migliore, tra l’altro le troverai ad un prezzo decisamente più basso rispetto all’ultimo modello. Ad esempio, un Pegasus 35 invece del 36 andrà bene. O un Ghost 11 invece del 12.

E come per tutte le scarpe da corsa, acquista una taglia che lasci la larghezza del margine del pollice nella parte anteriore. E costruisci gradualmente la tua strada percorrendo chilometri; non andare da 0 a 30 miglia in una sola settimana!

Senza ulteriori indugi, ecco la nostra lista delle sei migliori scarpe da corsa per principianti. I link alle scarpe che vedete nei riquadri sotto al nome sono, a sinistra per la versione della scarpa per uomo, a destra la stessa scarpa nella versione per donna.

1) Asics Gel-Cumulus 21

Non ho messo le 22, perché il prezzo può essere superiore anche a 200€.

 Se non sai da dove cominciare, acquista l’Asics Cumulus 21 e prosegui da lì.

Potresti non innamorarti delle Cumulus, ma non ci sono nemmeno ragioni per odiarle. Per quanto riguarda le scelte di scarpe da corsa, questo è sicuro.

Il Flytefoam è stato ottimizzato per renderlo più morbido in modo che ci sia più comfort per le corse più lunghe. Allo stesso tempo, l’ammortizzazione non è molle, quindi puoi usare il Cumulus come scarpa quotidiana per fare tutto. Il carattere “sicuro” si applica anche alla tomaia. Mentre il design non è assolutamente innovativo, la tomaia fa molte cose bene. La tomaia in mesh ingegnerizzato è monopezzo senza strati, quindi gli interni si sentono senza soluzione di continuità. Il dimensionamento si adatta perfettamente e sono disponibili larghezze opzionali se si desidera più spazio.

2) Brooks Ghost 12

Sai qual è la cosa migliore di Brooks Ghost 12? Non eccelle in un’area specifica.

E come va? 

La guida equilibrata e il carattere aderente di Ghost la rendono la scarpa ideale per iniziare. L’intersuola è ammortizzata ma solidale non essendo eccessivamente morbida. La tomaia morbida e spaziosa si adatta a una vasta gamma di tipi di piede e una larghezza opzionale non è mai lontana.

Quindi, è una grande idea usare Ghost 12 come trampolino di lancio per i tuoi futuri acquisti di scarpe da corsa.

3) New Balance 880V10

Nel passato, spesso le New Balance Venivano indicate come uno degli “ultimi trainer convenzionali”. 

Bene, con l’880V10, non possiamo etichettare la scarpa come tale – non più.

Sostituendo l’intersuola a doppia densità della V9 è una nuova pila Fresh Foam incollata a una tomaia in maglia ridisegnata di dimensioni reali.

Ciò non cambia il comportamento amichevole del principiante dell’880. L’intersuola a goccia da 10 mm è perfetta per la sua ammortizzazione e offre l’equilibrio ottimale tra comfort di corsa e stabilità.

Abbiamo già detto che questa scarpa viene venduta in quattro diverse larghezze per adattarsi a qualunque piede?

4) Nike Air Zoom Pegasus 36

Stai cercando solo una scarpa da corsa Nike per fare tutto? Non guardare oltre la Pegasus 36. Sia che tu abbia appena iniziato o un professionista esperto, la Pegasus è un piacere per la folla.

La rullata è ammortizzata ma sul lato più solido, rendendola abbastanza versatile per vari ritmi e distanze. L’intersuola è dotata di un airbag Zoom Air a tutta lunghezza inserito all’interno di un involucro in schiuma EVA. Ed ecco come appare una sacca Zoom Air all’interno di Pegasus.

La tomaia ha un sacco di spazio all’interno e viene venduta in più larghezze. 

Se stai scambiando il tuo Pegasus 35 con il 36, sappi che entrambe le scarpe condividono la stessa intersuola e quindi la stessa corsa. Inutile dire che potresti ottenere Peg 35 invece se stai ottenendo un affare migliore.

Dovresti sapere che la Pegasus 36 ha una tomaia più minimale con una linguetta da corsa – a differenza della linguetta imbottita del Pegasus 35. Questo non è buono o cattivo, ma piuttosto una questione di preferenze personali.

La Nike Pegasus 37 è una bestia completamente diversa, che, secondo me, non vale la pena. Quindi se ti trovi bene con questa scarpa accumula Pegasus 36 (o 35) mentre puoi e rimane ancora sul mercato.

5) Reebok Forever Floatride Energy 2

Abbiamo adorato l’edizione inaugurale di Floatride Energy : la corsa è stata reattiva, confortevole e di basso profilo per sentirsi efficiente. La tomaia minimale e ventilata aveva una vestibilità leggermente allungata ma scompariva sopra il piede durante le corse. Combina tutto ciò con un prezzo al dettaglio di 100 € e vince nella categoria delle scarpe da corsa per principianti.

Forever Floatride Energy 2 trasporta la stessa intersuola e suola, quindi il carattere di corsa è identico al superlativo V1. Anche la tomaia è migliorata.

Proprio come il V1, il Floatride Energy V2 è un’eccellente scarpa da corsa per principianti.

6) Saucony Ride ISO 2

Saucony Ride ISO 2 fa appello ai corridori di tutte le classi di esperienza ed è facile capire perché. Utilizzando una suola Everun su un’intersuola in schiuma EVA, Ride ISO 2 offre una via di mezzo versatile tra ammortizzazione e stabilità.

La tomaia ISOFIT era un successo in alcuni dei vecchi modelli Saucony, ma recentemente il design ha visto enormi miglioramenti. La tomaia della Ride ISO 2 è a maniche e comoda con la giusta quantità di spazio.

Saucony si sta allontanando dal progetto ISOFIT, quindi questo è l’ultimo giro con un suffisso ‘ISO’. 

Ricordo che l’acquisto di una delle scarpe indicate in questo articolo dai link presenti nella pagina, contribuisce alla raccolta fondi legata a questo blog e di cui potete leggere se tornate alla homepage.