Per molti corridori il tempo di un infortunio è la situazione più deprimente e frustrante in cui possono trovarsi. Non solo il tuo obiettivo di corsa o di gara sono compromessi, ma devi guardare le calorie (o affrontare il probabile aumento di peso) e devi rimanere a casa invece di incontrarti con gli amici per una corsa. Potresti essere sorpreso allora che alcuni studi suggeriscono che il tempo di un infortunio potrebbe rilevarsi essere utile!

Uno studio, condotto presso l’University of Wales Institute, a Cardiff, ha intervistato 10 atleti precedentemente infortunati per vedere come avrebbero potuto effettivamente trarre beneficio dall’infortunio e se l’infortunio potesse effettivamente migliorare le loro prestazioni a lungo termine. Il gruppo scelto erano giocatori di sport di squadra maschili, poiché studi precedenti indicavano che questo gruppo era più soggetto agli infortuni. La corsa è uno sport individuale e attira persone da ogni gruppo sociale, etnico, di età e di genere, ma ci sono lezioni per ognuno di noi nei risultati dello studio anche se non riguarda direttamente la corsa.

I ricercatori hanno diviso i loro risultati in tre aree: immediatamente (infortunio), durante (riabilitazione) e dopo (recupero). Questo è un riassunto dei loro risultati:

Durante il periodo di fermo

AzioniBenefici
Scopri perché la lesione è avvenuta parlando con gli altri
Cerca nei libri e in Internet
Conoscenza di anatomia e rischi di lesioni
Comprensione delle emozioni
Espressione delle emozioni
Social network più ampio

Durante la riabilitazione

AzioniBenefici
Rifletti sul tipo di allenamento fatto in precedenza
Osserva le sessioni di allenamento degli altri
Conosci l’alimentazione e la gestione del peso
Lavora su flessibilità, forza, equilibrio, coordinamento, postura
Ricerca come fare prevenzione degli infortuni
Guadagna prospettiva
Acquisisci consapevolezza tecnica
Migliora l’apporto nutrizionale
Acquista maggiore fiducia
Migliora flessibilità, resistenza e condizionamento

Dopo il recupero

AzioniBenefici
Metti le cose in prospettiva
Fai fronte alle avversità
Rifletti sull’esperienza
Aumento della resilienza mentale
Diventa più premuroso e altruista
Sviluppa empatia verso altri atleti infortunati

Il fattore chiave è che la corsa è a lungo termine. È un viaggio che non è sempre agevole. Dovrai affrontare avversità e interruzioni da infortuni, malattie e vita in generale, ma questo non deve essere visto come un passo indietro. Lo studio mostra che puoi trasformarlo in qualcosa di positivo. Se il tuo programma di allenamento viene interrotto e non sei in grado di raggiungere i tuoi obiettivi , allora dovresti decidere quando sarà realistico tornare all’allenamento e riscrivere il tuo obiettivo. È quindi possibile proseguire con il viaggio e parte di quel viaggio può comprendere le tre fasi precedenti. Se diventi un corridore più robusto a causa dell’apprendimento, dell’allenamento, dell’esperienza e della mentalità sviluppati attraverso l’infortunio, forse tutti noi dovremmo infortunarci più spesso – sto scherzando! Ma, sul serio, dovremmo forse fare tutto quanto sopra sia che siamo infortunati che no!