Lo dico subito, così non ci sono equivoci. L’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, cosa già obbligatoria in molte regioni, che il governo pare voglia introdurre in tutta Italia, per me è una idiozia, se non si specifica in quali situazioni è necessario portarla.

A me preoccupa anche in relazione alla mia principale attività all’aperto, ovvero correre. Ho la fortuna (?) di abitare in un piccolo paese di campagna, circondato da strade asfaltate poco trafficate e chilometri di strade poderali dove la mattina faccio i miei 15-20 km senza incontrare mai anima viva. Possibile che venga costretto ad indossare la mascherina in queste condizioni? Specificheranno, bypassando le disposizioni regionali, che l’uso della mascherina all’aperto sarà obbligatorio solo dove non si può rispettare la distanza sociale?

Poi mi chiedo anche se cambierà il protocollo Fidal che per le partenze delle gare con 500 atleti, prevede di indossare la mascherina nei primi 500 metri, ma poi permette di togliersela. Chi andrà a correre la mezza maratona di Pisa domenica prossima o chi correrà le maratone a Ravenna o Reggio Emilia (e sapete che per me permettere di correre quelle gare è un controsenso), terrà su naso e bocca un pezzo di stoffa per 2-4 ore?