Due mesi fa ho scritto l’ultima mini recensione di un libro sul mio blog. Che è successo da quel momento? È successo che ho perso un po’ di entusiasmo, ma non ho smesso di leggere. Per chi, se qualcuno si fosse chiesto come sto, beh, che dire, Stiamo tutti bene.

Stiamo tutti bene è un libro divertente scritto da Giulia Gianni, che dovrebbe farci vergognare tutti quanti, ma soprattutto coloro che negano la possibilità di avere figli ad una coppia omogenitoriale.

Troppi, purtroppo, confondono l’attrazione emozionale che sta alla base della vita di una coppia, con la perversione di chi rivolge le proprie attenzioni sessuali su bambini. Parliamoci chiaro, per una gran parte della popolazione di questo Paese, le parole omosessuale e pedofilo sono sinonimi, quindi si scandalizza quando due uomini chiedono di poter allevare un figlio. Non sarò certo io a convincerli di quanto fallace sia questa loro convinzione. Basterebbe però che guardassero ai casi recenti e passati di pedofili e verificassero quali erano le inclinazioni sessuali di quei farabutti.

Nel libro della Gianni le cose sono molto più leggere, anche perché qui le due omosessuali sono due donne. Ditemi che anche voi conoscete persone che non associano due donne con la parola uominisessuali, avete letto bene, non è un refuso.

Forse messa così, sul ridere, qualcuno si convincerà che la scelta non è così assurda, che un bambino crescerà bene anche se ad allevarlo saranno due donne o, tappetevi le orecchie, due uomini.

Ricordo che se acquisterete questo libro cliccando sul link qui sopra, contribuire con una piccola cifra alla mia raccolta fondi per Shoe4Africa, senza che il prezzo per voi cambi.