Chissà se Milano è davvero così, popolata di persone senza particolari qualità, ma esseri umani.

Questo è il caso dell’ispettore Ferraro, che parte con un cane sgozzato, ammazzato di notte. Ma durante l’estate torrida di Milano quell’anno, quello è il primo dei delitti sui quali l’ispettore è chiamato ad indagare.

Roba da ridere.

Vi ricordo che se correrete il libro cliccando sul link qui sopra, contribuire, con una piccola somma, alla raccolta fondi di cui si parla in questo blog e che sto facendo a favore di Shoe4Africa.