Ho letto questo libro per caso, perché l’ho trovato nella mia libreria, sicuramente comprato da mia moglie. MI è piaciuto così tanto che poi sono andato a ritroso a riprendere gli altri tre della stessa autrice che hanno per protagonista una strana ragazza, Vani Sarca, che è una ghostwriter, una cioè che scrive libri al posto di altri che poi li firmano.

Le storie sono originali. La protagonista è una tipa un po’ alternativa, una trasgressiva ma adolescenziale, tanto che la sua migliore amica è una quindicenne, Morgana. Bravissima a scuola nei tempi passati, si mette a fare per mestiere la cosa che più le riesce al mondo, ovvero scrivere. Ma non c’è solo questo, c’è anche la capacità di entrare nella mente delle persone per le quali deve scrivere i libri, tanto da farli apparire proprio come scritti da loro. Non si limita alla scrittura di libri, ma anche a quella di articoli per giornali e riviste, a preparare i suoi “assistiti” alle interviste. Eppoi succede ogni volta che capiti qualcosa, un qualche delitto, un fatto che richiede l’intervento di un qualche investigatore e lei in effetti è l’aiutante del commissario Berganza.

Qui sotto trovate le anteprime di tutti e cinque i libri di Alice Basso che hanno per protagonista la nostra eroina. Li ho letti tutti e cinque nella settimana (diciamo 10 giorni), tanto mi andava di confrontarmi con questi casi.

Intanto per Natale ho comprato un altro libri della scrittrice torinese, che inizia con questo una nuova serie con una nuova protagonista, ma ve lo racconterò quando lo avrò letto nel periodo natalizio.

Qui sotto il primo è il primo che ho letto ma l’ultimo della serie. Dopo gli altri sono in ordine di uscita.