Ci ho messo un po’, più del tempo che pensavo ci avrei messo, ma alla fine ce l’ho fatta a far uscire il mio libro sulla corsa, gli allenamenti, le corse competitive, quello che ci gira intorno.

Ho avuto la fortuna di avere una grande allenatrice, Ida Nicolini, tra l’altro vicepresidente FIDAL, a darmi una mano. Lo ha letto riga per riga e me lo ha corretto per alcune cose imprecise che avevo scritto. Io ho preso ciascuno dei suoi suggerimenti come consigli non solo utili, ma anche opportuni e per questo la ringrazio.

Sono convinto che il libro possa essere utile a tutti gli amatori del podismo, a chi si è avvicinato da poco alla corsa e cerca informazioni su come allenarsi, quali scarpe comprare, quale abbigliamento utilizzare d’inverno e d’estate, cosa fare quando si arriva alle gare competitive, come migliorare la propria velocità, scoprire se si può andare a correre una mezza maratona o una maratona intera….

Per farvi capire, vi scrivo qui una parte della prefazione che Ida ha scritto per il libro, nella speranza che questo serva a farlo diventare vostro.

“Il linguaggio di questo libro è quello di campo, Valter parla la stessa lingua dei podisti, esprime le impressioni ricavate dalla partecipazione alle gare. Si leggono tra le righe le sensazioni che derivano dalle sconfitte, dalle delusioni, ma anche le soddisfazioni, le sensazioni di non riuscire a farcela e la gioia di vedere apparire il traguardo in fondo al vialone, la fatica condivisa con compagni di percorso, come affrontare la morsa del freddo, come difendersi dal caldo, come ha imparato a gestire le sue giornate tra lavoro, famiglia, figli ed allenamenti. Questo manuale è sicuramente un aiuto per chi vuole affrontare una programmazione finalizzata al benessere, ma anche per chi ha l’ambizione di misurarsi con se stesso in gare di distanze diverse. Aiuta a capire come avvicinarsi alle gare, come allenarsi con serenità nelle varie tappe della preparazione.
I puristi dell’allenamento non si ritroveranno nelle descrizioni, ma questo non è un manuale di metodologia dell’allenamento, è scritto da un “esperto amatore” e non è l’intento di Valter quello di parlare da “tecnico federale”, di dare ricette preconfezionate. Orienta, propone, aiuta a districarsi nella palude delle informazioni, le più disparate che si trovano su Internet. Ha il pregio di attirare l’attenzione dei podisti su ciò che è essenziale: imparare a conoscersi, a non sottovalutare la tecnica della corsa, la necessità di non correre e basta ma curare anche il potenziamento della struttura, la cura della macchina, che spesso molti dimenticano.

Come per gli altri libri che ho scritto nel corso del 2020, Persone in quarantena e La chimica a tutti gli elementi per essere capita, anche per questo tutto il ricavato verrà devoluto in beneficenza a Shoe4Africa.